La storia di Valente Teknoimpianti continua con Marcello

Negli ultimi mesi abbiamo iniziato il nostro racconto della storia dell’azienda familiare di Valente Teknoimpianti di Fara San Martino, nella provincia di Chieti:

Il primo articolo fu: A Fara San Martino facciamo impianti e collaudi di ogni genere: oggi parliamo del responsabile tecnico

Chi è il responsabile tecnico? Come possiamo definirlo? Ce ne parla in una intervista la dott.ssa Elena Valente.

Un tecnico deve stare sui cantieri, deve certificare gli impianti con le dichiarazioni di conformità.

Cosa deve avere il “responsabile tecnico”? Qual è la specificità, le caratteristiche del responsabile tecnico? Cosa deve avere in termini di riconoscimenti e di azioni? Cosa devi avere per fare il “responsabile tecnico”?

Devi avere le cosiddette “lettere” che ci sono nell’impiantistica.

Sì, d’accordo, tuo padre è NOMINATO RESPONSABILE tecnico, e come si diventa “responsabile tecnico”?

In passato acquisire ed ottenere le lettere per la certificazione degli impianti era cosa molto più semplice rispetto ad oggi. Diversi anni fa bastava svolgere l’attività specifica di idraulico o installatore per alcuni anni con un’attività in proprio per poter ottenere i requisiti richiesti.  Negli anni la cosa è diventata più restrittiva poiché si richiede un titolo di studio tecnico e un numero maggiore di anni di lavoro alle dipendenze di un’impresa del settore che abbia in se già le lettere riconosciute alla camera di commercio. Attenzione!! Si possono acquisire con il lavoro solo le lettere già possedute dall’azienda per cui si lavora, ma essendo un argomento tecnico non dilunghiamoci troppo diventerebbe noioso e di difficile comprensione

Le lettere? Di cosa si tratta nello specifico?

Ogni impianto è codificato con una “lettera” per esempio impianto A corrisponde a impianto di videosorveglianza, vedi link impianto C impianto idrico.
Per accatastare un immobile devi avere la dichiarazione di conformità e le dichiarazioni di conformità le può firmare solo un tecnico abilitato che ha queste specifiche “lettere”.
Quindi come si acquisiscono le lettere? Quindi lavorando in maniera continuativa, per un tot di anni, con un determinato tipo di contratto acquisisci le lettere.
Lavorando per un certo numero di anni a fianco di un tecnico abilitato e maturando esperienza si acquisisce quindi con pratica ed esperienza e con titoli si dimostra che per un tot di tempo si lavora nel settore. Questo dà la professionalità affinché si possa certificare l’impianto.
Con 6 anni di esperienza come operaio specializzato con contratto puoi certificare gli impianti e acquisisci le lettere.
Solo per la lettera D non devi avere 6 anni ma 3”

 

Nel 2009 la Ditta Individuale si trasforma in società di capitali, Valente Teknoimpianti S.r.l., in seguito all’entrata in azienda di nuovo Know-How: Elena, la figlia di Domenico, e Marcello, il marito di Elena.

“Marcello anno 1982, coetaneo di Elena, nasce a Lanciano da padre di Fara San Martino e mamma di Lanciano. Secondogenito di quattro fratelli, frequenta le scuole a Fara San Martino e, in pratica, pur vivendo in un piccolo paese ai piedi della Majella, Marcello e Elena non frequentavano gli stessi posti e le stesse scuole, almeno all’inizio..

Le cose cambiano alla scuola secondaria dove si incontrano e si conoscono pur frequentando sezioni separate.

Si può dire che come coetanei sono cresciuti insieme 😊

Si separano alle scuole superiori, quando Marcello si iscrive a Lanciano all’Istituto Industriale.  Una volta diplomato, sceglie di andare a lavorare e comincia il suo percorso nell’azienda De Cecco.

Dopo un anno, però, Marcello matura la decisione di iscriversi all’Università e sceglie il corso di Statistica ed Informatica presso l’Università di Rimini. Nel frattempo, Elena frequentava il secondo anno di Marketing e Comunicazione d’Azienda all’Università di Urbino.

Vista la loro amicizia fin dai tempi dell’infanzia, si sentono e si ritrovano subito, da lì a poco, quando Marcello sale a Rimini per studiare e da lì la loro amicizia è maturata e si è trasformata.

Presa la Laurea triennale in Statistica ed Informatica Marcello trova subito lavoro e, per circa un anno, lavora presso l’azienda di Informatica “ESA Software” occupandosi di un gestionale, curandone il suo sviluppo e il grado di soddisfazione dei clienti.

Ad inizio 2017 comincia a sentire i primi sintomi di demotivazione ed insoddisfazione. Perché lavorare in una azienda dove non si vedevano sbocchi di crescita professionale?

Da lì fece la proposta ad Elena di tornare a Fara e di prendere in mano l’azienda di famiglia, farla crescere sia sotto il profilo tecnico che commerciale apportando il bagaglio di conoscenze e competenze che, unite all’esperienza sul campo di Domenico avrebbero potuto portare buoni risultati in termini di crescita e di business.

E ad oggi, visti i risultati, aveva proprio ragione!

Marcello, è stato un visionario nell’accezione più bella della parola 😊

Così, iniziò a lavorare nell’azienda Valente nel marzo 2007, mentre Elena completava gli studi con la laurea specialistica e preparava la sua tesi su “I MECCANISMI DI INCENTIVAZIONE DELLE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI”.

Era il 2008, anno in cui gli impianti fotovoltaici prendevano piede, anno in cui si cominciavano a considerare le energie rinnovabili una opportunità di risparmio concreto e attuabile.

Si comincia una vita di lavoro e familiare fatta di progetti condivisi.

Il gioco è fatto!!

admin